Lina Pasca e dintorni…

…perchè la storia siamo noi….

MI PIACI QUANDO TACI

Voglio dar vita a questa nuova rubrica semplicemente perché adoro la poesia e credo nell’utilità della stessa.
La poesia, meravigliosa arte di usare le parole e di farle nostre insieme al suono che esse stesse imprimono al periodo.
La poesia riesce a trasmettere, forse come solo la musica sa fare, emozioni e stati d’animo.
Nulla ci tocca più nel profondo e riesce a scuotere anche ciò che in noi è irrazionale, la nostra sfera emotiva, il nostro io.
Porterò alla vostra conoscenza le poesie più significative che le anime più belle hanno creato.
Dando forma alle parole e ai sentimenti, esse hanno trovato inconsapevolmente il modo per farci viaggiare dentro noi stessi attraverso l’introspezione dell’io.
Grazie alla poesia ognuno di noi, anima e materia, può abbandonarsi alla bellezza dell’arte, all’ascolto del cuore e godere della soavità delle parole.
 
 

Mi Piaci Quando Taci

Mi piaci quando taci.

Mi piaci quando taci perché sei come assente, e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca. Sembra che gli occhi ti sian volati via e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima emergi dalle cose, piene dell’anima mia. Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima, e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante. E stai come lamentandoti, farfalla turbante. E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge: lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio chiaro come una lampada, semplice come un anello. Sei come la notte, silenziosa e costellata. Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente. Distante e dolorosa come se fossi morta. Allora una parola, un sorriso bastano.

E son felice, felice che non sia così.

Pablo Neruda

 

…Perchè l’amore esiste… nella lontananza, nell’assenza, nel silenzio… e lì sopravvive, nell’affanno dell’essere.

Non c’è amore più grande di quello che parla da solo, fa rumore, confusione, trambusto…  mentre attorno a te c’è la quiete.

Il rumore dell’amore vince la solitudine e la distanza, è luce nel buio, è sorriso nel pianto, è gioia nel dolore.

E’ ciò che esiste nell’occulto, nella sola solarità del cuore.

Amore che piange, sbraita, grida… urla all’idea dell’eterno silenzio.

A te, amore silenzioso.

Lina Pasca

24/08/09

 

Annunci

2 commenti»

  Mario Arpaia wrote @

Amo la poesia, amo da morire Boudelaire, amo tutti i poeti maledetti…Si vede che sei un talento,i poeti sono merce rarissima! A presto Mario

  lina0402 wrote @

Grazie….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: